Elettrificazione delle aree rurali con impatto sull’agroindustrializzazione

0
327

Fonte Shaba it.com traduzione di Media comunità Eritrea

Insieme alla costruzione di grandi dighe e all’espansione delle fattorie nella zona di sviluppo occidentale, nella regione di Gash-Barka, la necessità di fornitura di energia elettrica e l’istituzione di celle frigorifere è diventata una necessità negli sforzi del paese per garantire la sicurezza alimentare . Grandi generatori sono stati installati nelle aziende agricole per l’espansione di sistemi di irrigazione avanzati e sono stati compiuti sforzi per l’agroindustrializzazione che potrebbe essere realizzata con la fornitura di energia elettrica nella regione.

Poiché la strategia di sviluppo dell’Eritrea si basa molto sulle sue risorse umane, il paese ha fatto enormi investimenti nell’istruzione per responsabilizzare i giovani. Ciò ha portato a laureati giovani e versatili impegnati nella realizzazione di progetti di sviluppo in tutto il paese e contribuendo alla costruzione della nazione.

ing. Israel Mengsteab lavora nella centrale elettrica di Kerkebet. Dopo aver studiato Ingegneria Elettrica presso l’Eritrea Institute of Technology (EIT) e essersi laureato nel 2019, è stato assegnato a lavorare prima a Fanko, poi ad Alebu e successivamente a Kerkebet presso i progetti agricoli gestiti dalla Eritrea’s Crops and Livestock Corporation (ECLC). Ha lavorato, insieme ad altri giovani laureati dei centri di formazione professionale, allo sviluppo della centrale elettrica di Kerkebet.

Israele crede che lavorare in aree remote permetta di sviluppare le conoscenze acquisite al college attraverso l’esperienza pratica. Per lui è una situazione vantaggiosa per tutti. Lavora per un domani migliore e coglie il suo incarico come un’opportunità per migliorare le sue competenze attraverso l’implementazione di vari progetti di sviluppo.

Efriem Measho, capo dell’unità di fornitura di energia elettrica a Kerkebet, ha studiato elettricità e lavori meccanici al Sawa Center for Vocational Training e ha ricevuto una formazione in carpenteria metallica ad Alebu. Ora ci sono 13 membri del personale incaricati di gestire la fornitura di energia elettrica a tutte le aziende agricole nella sottozona di Kerkebet.

I progetti di alimentazione elettrica a Kerkebet e Fanko sono stati realizzati utilizzando il contributo sostanziale di laureati in ingegneria elettrica che hanno lavorato nell’installazione e nell’espansione dell’alimentazione elettrica nelle fattorie. Si è cercato anche di fornire elettricità alle famiglie.

Demoz Kebreab, capo dei lavori elettrici nella zona di sviluppo occidentale, tra cui Fanko e Kerkebet, ha affermato che l’elettricità ha trasformato l’agricoltura e ha avuto un impatto positivo sulle attività quotidiane delle comunità locali. Mentre la centrale elettrica di Fanko fornisce elettricità a Teseney, Gherset, Fesko e Alebu, quella di Kerkebet serve la fattoria Kerkebet, Sawa e Forto Sawa. Il piano a lungo termine è quello di collegare Golig e Omhajer utilizzando la centrale elettrica di Fanko e di estendere la fornitura di elettricità a una più ampia regione di Gash-Barka.

Il signor Demoz ha affermato che per aggiornare il know-how tecnico necessario nella gestione delle celle frigorifere, l’ECLC ha assegnato laureati in ingegneria chimica, orticoltura ed ingegneria elettrica e ha tenuto un corso di aggiornamento della durata di circa 18 mesi per essere in grado di gestire in modo efficiente le celle frigorifere. Poiché le celle frigorifere necessitano di un’alimentazione elettrica ininterrotta, i giovani laureati sono sempre in prima linea nella gestione e manutenzione delle centrali elettriche e delle celle frigorifere per garantire che tonnellate di alimenti deperibili raggiungano in sicurezza gli utenti finali.

Il magazzino frigorifero di Alebu, ad esempio, dipende dall’elettricità fornita dalla centrale elettrica di Fanko, ma per garantire la sostenibilità dell’alimentazione necessaria verrà installato un generatore di riserva. Il sig. Demoz ha ribadito che sono in condizioni migliori perché ora dispongono delle competenze tecniche necessarie per la gestione e la manutenzione delle celle frigorifere. Ha detto che i giovani e impegnati laureati continuano a fare la differenza in molti settori. I laureati in Ingegneria Marina e Biologia Marina hanno svolto ruoli importanti nella gestione delle celle frigorifere. Attualmente, circa 130 laureati in ingegneria elettrica e installazione elettrica hanno lavorato a progetti agricoli gestiti dall’ECLC.

La creazione di celle frigorifere ad Alebu, Massaua e Adi-Guadad è stata innescata dai risultati dinamici dei progetti agricoli nella zona di sviluppo occidentale. Le celle frigorifere dovrebbero contenere pesce, carne, frutta e verdura degli allevamenti di Kerkebet, Gerset, Fanko-Rawo, Fanko-Tsumu’e, Adi-Omar, Aligidier, Elabered, Halhale e altri progetti agricoli, nonché pesce proveniente da Regioni settentrionali e meridionali del Mar Rosso e pesci d’acqua dolce provenienti dalle dighe di tutto il paese.

La regione di Gash-Barka è il paniere dell’Eritrea e l’espansione dei progetti agricoli nella regione ha aumentato la produzione agricola nel paese. Considerando il caldo nella regione, l’istituzione di celle frigorifere sarà estremamente importante per preservare carne, verdura e frutta, nonché pesce e consentire il trasporto sicuro di prodotti di qualità in tutte le parti del paese.

Le celle frigorifere stabilite in varie regioni del paese sono pensate per essere utilizzate per preservare i prodotti agricoli non solo dalle fattorie ECLC, ma anche dagli agricoltori indipendenti che vorrebbero utilizzare le strutture ed essere sollevati dalle perdite dovute alla mancanza di negozi affidabili. Il magazzino frigorifero di Adi-Guadad, ad esempio, conserva il pesce di Massaua da distribuire nei mercati ittici di Asmara e quello di Alebu è destinato a conservare le scorte di carne, frutta, verdura e pesce da distribuire ai mercati di tutto il paese .

LEAVE A REPLY