IL COMUNICATO STAMPA DELLA COMUNITÀ ERITREA SUI FATTI DI PIAZZA INDIPENDENZA

0
1571
IL COMUNICATO STAMPA DELLA COMUNITÀ ERITREA SUI FATTI DI
PIAZZA INDIPENDENZA
piazza indipendenza
La Comunità Eritrea in Italia sta seguendo con non poca preoccupazione la situazione dei rifugiati africani in Piazza Indipendenza a Roma. L’edificio di via Curtatone ospitava cittadini eritrei, etiopici e somali tra cui molte mamme con bambini che le autorità e le istituzioni italiane dovrebbero tutelare offrendo loro un’adeguata sistemazione.
È un’immagine alquanto spiacevole quella di vedere persone che bivaccano all’addiaccio in una piazza dal nome evocativo e contraddittorio: Indipendenza. Tutta la città di Roma e ancor di più l’Italia intera non fa una bella figura ma soprattutto mette in discussione la sua tanto sbandierata accoglienza.
La Comunità Eritrea, che da anni lotta per fermare il traffico di esseri umani dall’Eritrea, davanti a scene così drammatiche e violente resta esterrefatta e, proprio per non lasciare nulla di intentato, chiama tutti gli eritrei di Roma e del Lazio affinché si attivino per offrire accoglienza ai loro concittadini più sfortunati.
La Comunità Eritrea confida nel ripristino della legalità, è contraria all’occupazione abusiva di immobili altrui e, tuttavia, è consapevole della carenza di tutela di chi è stato riconosciuto come rifugiato politico per un diktat d’oltreoceano e poi lasciato solo, quando invece quello status dovrebbe comportare alcuni diritti basilari quale un tetto sopra la testa.
La Comunità Eritrea chiede agli eritrei coinvolti di stemperare i toni per meglio risolvere i problemi nel rispetto delle leggi italiane vigenti. Auspica altresì che i diversi attori presenti in Piazza Indipendenza per motivi “umanitari” non vogliano strumentalizzare la situazione dei profughi solamente per portare acqua al proprio mulino.
Comunità Eritrea in Italia

LEAVE A REPLY